AI SINDACI DEL SULCIS IGLESIENTE SUI DOCUMENTI VERSO ATTO AZIENDALE ASL 7

AI SINDACI DEL SULCIS IGLESIENTE SUI DOCUMENTI VERSO ATTO AZIENDALE ASL 7

PROT. 1044 del 18 Novembre 2022

AI SINDACI DEL SULCIS IGLESIENTE

Gentilissimi in indirizzo, abbiamo letto e riletto attentamente le vostre posizioni pubbliche con particolare riferimento al documento dei sindaci del Sulcis e al documento del Consiglio Comunale di Iglesias a commento della pur circoscritta bozza di Atto Aziendale ASL 7 Sulcis Iglesiente, ancora oggi indisponibile nella sua interezza.

Consideriamo di essere di fronte al perpetuarsi dell’errore culturale di una visione localistica e parziale della sanità, senza che gli Enti Locali riescano a capire l’importanza del combinato disposto di una prospettiva generale e complessiva “”Iglesiente + Sulcis = Asl 7 Sulcis Iglesiente = diritti = salute e sanità residenziale e territoriale””.

E’ del tutto assente una visione d’insieme e si è preferita, con tutta evidenza, la parcellizzazione delle attenzioni nel breve raggio.

Un errore che i cittadini, gli assistiti e i professionisti sanitari sosterranno con ricadute incognite, perché è del tutto evidente che tra le due non convergenti correnti di pensiero sul tavolo del dibattito, il terzo quale decisore politico avrà motivazioni e campo libero per proporre un Atto Aziendale che sarà anche inadeguato e non corredato di necessari documenti che lo accompagnassero nell’esplicazione degli intendimenti, ma che nessuno è riuscito a correggere con la forza di un ragionamento non miope e che guardasse a tutti piuttosto che ad alcuni.

In momenti decisivi come quello attuale, e con impatti importanti per la sanità pubblica e privata sotto l’egida di ASL 7 Sulcis Iglesiente, era da allargare l’orizzonte considerando le diverse comunità nella loro aggregazione geopolitica piuttosto che ad una frazione distrettuale di essa, così facendo, inoltre, un indiretto favore all’area metropolitana cagliaritana.

Innanzi alla certificata condizione di chi viaggia in direzione “ostinata e contraria” sia esso del Sulcis o dell’Iglesiente, valutiamo che debbano essere prese le distanze da ogni sorta di latente, vivo e vegeto campanilismo e che si traduce solo in una improduttiva e deleteria gara interna per il preteso primato di uno su un altro. Ma tra questi non vincerà nessuno.

Per il Consiglio Direttivo firmato il Presidente dell’Ordine,  infermiere Graziano Lebiu

opi ci 1044 ai sindaci del Sulcis Iglesiente 18 ottobre 2022