NOTA 8022 SU RECLUTAMENTO PERSONALE: OPI DOMANDA, REGIONE RISPONDE

NOTA 8022 SU RECLUTAMENTO PERSONALE: OPI DOMANDA, REGIONE RISPONDE

Apprendiamo dal sito della Regione Sardegna che il reclutamento di personale sanitario sarebbe garantito. Sono quindi smentite le indicazioni della Direzione Generale Sanità con la nota 8022 del 29 marzo 2022.

https://www.regione.sardegna.it/j/v/2568?s=434710&v=2&c=286&t=1&fbclid=IwAR06dTFcxr9boDkEY8d_LShS0ikvvOO8bRJSWVFLPB3bUCDXiqqhACye4yU

Sanità, nessun blocco alle assunzioni. L’assessore Nieddu: “Pronti importanti investimenti per tutto il territorio”

“Le assunzioni non sono bloccate e tutte le graduatorie già pubblicate per il reclutamento del personale sanitario sono in fase di scorrimento per il numero di posti previsto dai concorsi già banditi e conclusi, senza alcuna limitazione”, lo precisa l’assessore regionale della Sanità, rispondendo alle polemiche emerse nelle ultime ore.

Cagliari, 31 marzo 2022 – “Le assunzioni non sono bloccate e tutte le graduatorie già pubblicate per il reclutamento del personale sanitario sono in fase di scorrimento per il numero di posti previsto dai concorsi già banditi e conclusi, senza alcuna limitazione”, lo precisa l’assessore regionale della Sanità, rispondendo alle polemiche emerse nelle ultime ore. “Abbiamo già pronto un provvedimento che, nelle more dell’approvazione delle piante organiche e dei Piani triennali del fabbisogno, assegna budget specifici – 18 milioni di euro complessivi – a tutte le aziende del sistema sanitario sardo per l’assunzione di medici e personale del comparto”.

“Il nuovo assetto del sistema sanitario – dichiara l’assessore Nieddu – sta entrando rapidamente a regime. Con il passaggio dall’Ats le nuove aziende hanno gestito una transizione complessa sotto diversi profili. Ma oltre agli aspetti tecnici è per noi prioritario garantire all’intero sistema gli strumenti più adeguati a dare risposte immediate ai nostri ospedali e ai servizi sul territorio che, oggi più che mai, necessitano di rafforzare i propri organici. Su questo aspetto sono attualmente concentrati i nostri sforzi, soprattutto ora che lo stato d’emergenza pandemica è concluso e ci prepariamo a dare un forte impulso alla ripresa delle attività ordinarie”.