PRESIDENTE FNOPI A PRESIDENT ORDRE INFIRMIERS FRANCE

PRESIDENTE FNOPI A PRESIDENT ORDRE INFIRMIERS FRANCE

CARBONIA IGLESIAS 18 DICEMBRE 2018

Cari infermieri, partecipanti, autorità presenti, il bilinguismo in sanità fa parte dell’appropriatezza dell’assistenza.

Sembrerà strana un’affermazione così, ma l’assistenza deve rispondere ai bisogni della salute e la salute più importante è quella che si difende con un’assistenza di prossimità, non solo da erogare nel miglior modo e con la qualità più alta possibile, ma che sappia educare il paziente a quegli stili di vita che spesso fanno la differenza.

Ed è importante e direi essenziale che gli infermieri si facciano artefici e portatori, in Italia come nel resto d’Europa e del mondo, di quel bisogno di vicinanza e di solidarietà con i pazienti che deve accompagnare le cure e l’assistenza perché siano davvero efficaci.

 

Anche bilinguismo quindi, perché la salute e la sanità è una e una sola in tutta la nazione e in tutte le nazioni, uguale per tutti e tutti hanno gli stessi diritti, ma anche perché proprio tra questi c’è la necessità di essere più vicini possibile ai cittadini, di comprenderli e farsi comprendere al meglio da loro.

Una nazione quindi, anzi tante nazioni unite in un Europa sempre più forte e con un unico obiettivo di salute uguale per tutti, ma anche il privilegio e la consapevolezza di sapere e volere difendere le peculiarità di ciascuno in ogni territorio e qualunque lingua o idioma esso parli.

Tra gli altri, saluto con estremo piacere il mio collega francese presidente National Ordre infirmiers France monsieur Patrick Chamberedon e la mia collega presidente Ordre Infirmiers Paca Corse che con loro presenza in questa occasione e a un evento che caratterizza la voglia degli infermieri di dare il massimo nell’assistenza per i propri assistiti anche oltre la scienza fino nelle loro case, testimonia che la nostra professione non ha confini e non ha differenze ovunque si svolga, che la nostra professione ha un solo obiettivo, ovunque: la salute dei pazienti.

E che ovunque noi, tutti, siamo infermieri. Da CarboniaIglesias a Parigi, da Marsiglia a Roma.

President Chamberedon, la attendiamo alla prima occasione utile presso la nostra Federazione in Roma.

Porti i nostri auguri di buone feste agli infermieri francesi.

Presidente FNOPI Barbara Mangiacavalli