RICHIESTA RETTIFICA PUBBLICAZIONE AVVERSO INFERMIERI MEDICINA PO SIRAI CARBONIA

RICHIESTA RETTIFICA PUBBLICAZIONE AVVERSO INFERMIERI MEDICINA PO SIRAI CARBONIA

ORDINE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE CARBONIA IGLESIAS

Prot. 539/I/2019 del 25 novembre 2019

Al Direttore Responsabile di Casteddu on Line

Jacopo Norfo (jacopo.norfo@castedduonline.it)

Oggetto: richiesta rettifica

Gentile Direttore, abbiamo esitato qualche giorno prima di replicare ad una vostra pubblicazione del giorno 5 novembre 2019 di cui al link https://www.castedduonline.it/caos-allospedale-di-carbonia-infermieri-costretti-a-compilare-gli-esami-al-posto-dei-medici/, titolo CAOS ALL’OSPEDALE DI CARBONIA: “INFERMIERI COSTRETTI A COMPILARE GLI ESAMI AL POSTO DEI MEDICI”, evidentemente non verificata preventivamente dalla vostra redazione e nella quale la professione infermieristica viene chiamata in causa.

 

Disposta in data 25 Novembre us l’istruttoria disciplinare ordinistica con l’audizione e la convocazione di tutti i diretti interessati iscritti all’Albo da me presieduto, è emerso senza nemmeno una eccezione che quanto segnalatovi e da voi pubblicato è del tutto privo di fondamento sotto tutti i profili e per tutti i contesti denunciati.

 

Valutato che la presente comunicazione sia necessaria a tutela della dignità, del decoro e dell’immagine della professione infermieristica della Medicina del PO Sirai Carbonia e del Sulcis Iglesiente strumentalmente chiamata in causa, ai sensi dell’art. 8 legge 47/1948 e della pronuncia della Prima Sezione Civile del Tribunale di Torino sull’applicabilità della previsione anche ai giornali on line, chiediamo la rettifica di quanto pubblicato in quanto attribuiti atti lesivi e che si sono dimostrati contrari a verità.

 

Il personale infermieristico coinvolto agisce nel rispetto delle norme contrattuali, del profilo professionale, del Codice Deontologico. E’ infatti risultato agli esiti dell’istruttoria che:

 

  1. non corrisponde al vero che “le prescrizioni di esami clinici per i pazienti siano richieste ed inserite dagli infermieri sostituendosi ai medici”
  2. non vi sia alcuna “situazione di confusione, caos e tensione”
  3. non si stia violando alcuna “disposizione della Direzione Sanitaria ATS”
  4. nessuno pretende che gli “infermieri si occupino delle richieste informatizzate”
  5. nessuno ordina agli infermieri di “contravvenire alle normative vigenti”
  6. la coordinatrice infermieristica non” disattende norme vigenti”
  7. il Direttore SPS non ”disattende norme vigenti”

 

Ci riserviamo più opportune determinazioni verso l’estensore della segnalazione.

 

Il Presidente Graziano Lebiu

OPI – 539 jacopo norfo