UN QUALSIASI INFERMIERE A CHI?

UN QUALSIASI INFERMIERE A CHI?

La frase,+o-, “può essere gestito da un qualsiasi infermiere” ed inserita in un approfondimento sulle Case della Salute e pronunciata da una esponente di Rete Sarda durante la conferenza odierna ad Iglesias alla quale l’Ordine Professioni Infermieristiche Carbonia Iglesias ha partecipato, è quantomeno irriguardosa verso la professione, ma dice molto sul retaggio culturale e sul concetto che ancora alcuni e alcune hanno verso attori e autori della salute pubblica nel Sulcis Iglesiente come gli iscritti all’albo di Opi Ci.

È stata utilizzata la parola “qualsiasi” in senso limitativo e sprezzante.

Gli infermieri e le infermiere non sono né una professione “qualsiasi” né potrebbero consentire che una “qualsiasi” persona/associazione manchi loro di tatto, perché sarebbe altrettanto irriguardoso così considerarla.

Anche i messaggi e le comunicazioni devono essere “curate”, sia all’inizio che durante che alla fine di una conferenza.

Avete mancato di rispetto alla professione sbagliata.